Il Tamburino dell’800

In questo spazio la Società di Belle Arti (Vendita quadri 800)segnala alcuni eventi d’arte in corso in Italia e all’estero.
Ad essi si aggiungono notizie più o meno strettamente legate al mondo dell’arte, con una focalizzazione sull’Ottocento; in particolare su collezionismo, quotazioni di mercato, esposizioni, film, moda, spettacolo, critica, cronaca, costume etc. (fonti: “Corriere della Sera”, “Il Sole 24 Ore” e “Il Giornale dell’Arte”).
Specifico rilievo è riservato ai cataloghi oramai introvabili delle grandi collezioni storiche di dipinti dell’800, smembrate tra le due guerre attraverso vendite all’asta, proponendone immagini significative e stralci d’introduzioni di quei critici, letterati e appassionati - Ojetti, Cecchi, Somaré, Raffaello Franchi etc. – che, tra i primi, hanno contribuito all’affermazione e alla diffusione della pittura dell’800 italiano.
Un angolo dedicato, insomma, ai diversi aspetti della cultura figurativa dell’800, teso a soddisfare alcune curiosità di chi ci segue e di quanti si accingono ad accostarsi al collezionismo della pittura dell’800 del periodo postrisorgimentale.

 A poco più di due mesi dall'insediamento di Daniel Loeb, fondatore del fondo Third Point LLC che gestisce 14 miliardi di dollari e ha in portafoglio il 9,65% di Sotheby's, la casa d'aste americana ha comunicato che ridurrà il proprio organico negli stati Uniti e nel Regno Unito. La decisione non sorprende più di tanto in quanto loeb nelle sue dichiarazioni aveva ripetutamente indicato l'obiettivo di voler una società più snella e più redditizia. Nel comunicato depositato presso la Sec è indicato che "il piano di ristrutturazione è il risultato di una revisione strategica a lungo termine che comporterà la riallocazione di risorse per sviluppare le aree di business e i mercati che presentano la più elevata opportunità di crescita per il futuro. Il piano dovrebbe riflettersi sui conti in oneri per circa 13 milioni di dollari che interesseranno il terzo trimestre 2014 e la riduzione dovrebbe essere completata entro il 2014". Le aree a rischio sono quelle dei servizi di back-office come l'ufficio personale, i trasporti, ma i licenziamenti non interesseranno il personale addetto alle sale d'aste e gli specialisti che seguono direttamente i collezionisti. Nel precedente piano la casa d'aste aveva licenziato quasi un quinto della sua forza lavoro, ma recentemente ha rafforzato l'organico in Asia.

La nuova ristrutturazione avviene in un momento in cui le quotazioni in asta del mercato dell'arte hanno toccato i massimi, grazie ai nuovi collezionisti entrati di recente nel segmento dell'arte. In questi giorni poi Sotheby's ha siglato una partnership con eBay Inc. per realizzare una piattaforma per i collezionisti che permetterà di consultare e acquistare on line opere d'arte, gioielli e vino e, a partire dal prossimo autunno, una parte delle aste della sede di new York sarà in live-streaming su una nuova sezione del sito di Ebay al servizio anche dei 145 milioni di clienti della piattaforma online. Nel 2013, più della metà dei lotti venduti da Sotheby's erano compresi tra 5mila e 100mila dollari, una fascia di prezzo che il management di eBay ritiene interessante per i propri clienti.

In attesa dei risultati del primo semestre 2014, Sotheby's ha comunicato che nei primi sei mesi il volume d'affari è salito del 22% a 3,12 miliardi di dollari, i lotti con valore superiore  a 1 milione di dollari sono stati 492 e il 26% degli acquirenti è rappresentato da nuovi clienti. Sostenuta la crescita in asia con un volume d'affari in crescita del 47% a 490 milioni di dollari. Dall'inizio dell'anno il titolo ha perso il 26%.